Neuromarketing per ristoranti. I Consigli di Vincenzo Russo

Intervista a Vincenzo Russo realizzata da Roberto Pone in occasione di Certamente

761 visualizzazioni - 14 Giugno 2023 -
Download PDF (58 download)

Condividi

Il neuromarketing e le neuroscienze danno grandi informazioni a qualsiasi ambito commerciale ma, soprattutto, a quelli in cui la dimensione emotiva è fondamentale.

Uno di questi è la ristorazione.

Grazie al neuromarketing si può scoprire, ad esempio, quali sono i meccanismi che possono far percepire diversamente un prodotto.

Fermo restando che un prodotto cattivo rimane cattivo, uno buono può essere percepito più buono, “giocando” con quegli stimoli che possono attivare il sistema limbico che ha a che fare, appunto, con le emozioni.

Ad esempio, una mousse al cioccolato messa su un piatto bianco viene generalmente percepita un po’ più dolce di una mousse su un piatto nero.

La scelta dei colori dei piatti in base al tipo di prodotti è, quindi, un ambito di possibile intervento, così come si può intervenire sulla musica di sottofondo.

Esistono musiche dolci, come le musiche ad alta frequenza, che tendono a stimolare il sapore del dolce.

Con questo sottofondo musicale un vino dolce viene percepito un pochino più dolce rispetto al caso in cui la musica di sottofondo sia a bassa frequenza.

In una interessante ricerca, in una cantina vinicola hanno provato a modificare il colore delle luci, tendendole al rosso, al verde, al bianco o al blu ed è emerso che il vino utilizzato, caratterizzato dall’essere leggermente “dolcino”, veniva percepito un po’ più di qualità quando le luci erano tendenti al rosso.

Mentre l’acidità del vino veniva esaltata dalle luci tendenti al verde.

Le neuroscienze a tavola, insomma, permettono di migliorare la qualità del prodotto e l’esperienza enogastronomica.

Fonti:

Intervista a Vincenzo Russo, Professor of Consumer Behavior and Neuromarkting – PhD, Coordinatore del Centro di Ricerche di Neuromarketing, Direttore Master in Food and Wine Communication IULM. L’intervista è stata realizzata da Roberto Pone in occasione dell’edizione 2023 di Certamente, Inspiring brain-to-business ideas.

Per le immagini:

Ottosunove, Certamente

Per i suoni:

elements.envato.com

Manuale di riferimento

COLLANA LE BUSSOLE

NEUROMARKETING NEI SERVIZI. VENDERE DI PIÙ, VENDERE MEGLIO

Esiste una nuova frontiera delle vendite, che punta a indirizzare il cliente non aumentando la pressione sullo stesso, ma agendo sulla rimozione delle barriere che frenano la scelta. E quindi, grazie alla cura di piccoli ma importanti aspetti della relazione con il cliente, che agiscono come veri e propri acceleratori della decisione, è possibile arrivare alla vendita con meno sforzo, e non più.

A due anni dalla pubblicazione del Neuromarketing nel negozio, la Collana Le Bussole si arricchisce di un più ampio approfondimento sul tema, che guarda all’universo dei servizi (dall’ospitalità alla ristorazione e all’attività dei bar, dall’intermediazione immobiliare e di viaggio alle professioni) e, grazie ai tanti aneddoti e suggerimenti pratici, rappresenta un’indispensabile lettura per tutti gli operatori, imprenditori e professionisti, che vogliano essere più persuasivi nella vendita.

Per avere maggior supporto per la tua attività contatta la tua Associazione Confcommercio

Tessera associativa Confcommercio 2024: skyline

SEI UN ASSOCIATO CONFCOMMERCIO?

Registrati con la tua tessera e scarica gratuitamente i manuali.

NON SEI ANCORA ASSOCIATO?

Non sai cosa ti perdi.